MILANO – È stato presentato questa mattina presso l’Istituto Auxologico di Milano, partner scientifico del comitato organizzatore, il Campionato Italiano Assoluto di scherma 2022, in programma dal 31 maggio al 5 giugno a Courmayeur. La manifestazione più importante della stagione schermistica nazionale, a poche settimane dagli Europei di Antalya e dai successivi Mondiali del Cairo, sarà un evento a trecentosessanta gradi, tra il grandissimo valore delle competizioni agonistiche e momenti d’approfondimento d’alto profilo in una settimana densa di appuntamenti anche fuori dalle pedane.

 

Oggi a Milano è stato dunque tolto il velo alla prima volta di Courmayeur quale sede degli Assoluti, e inevitabile, proprio nella sua Milano e all’indomani del decimo anniversario della sua scomparsa, è stato rivolto un pensiero per Edoardo Mangiarotti, “il Re di spade”, ricordato tra gli applausi emozionati della sala alla presenza della figlia Carola, vicepresidente del CONI Lombardia.

 

Una settimana di grande scherma, con il meglio del movimento nazionale in una bellissima vetrina per il nostro sport e il territorio che ci ospiterà. Siamo pronti a vivere 12 gare di altissimo livello, sia individuali che a squadre, e ad affermare sempre di più il binomio sport-cultura a cui la Federazione tiene in maniera particolare”, le parole del Consigliere federale Alberto Ancarani, portando anche il saluto del Presidente federale Paolo Azzi. Per la FIS erano presenti – tra gli altri – anche il Presidente del Comitato regionale Lombardia, Maurizio Novellini, e il componente della Commissione Regolamenti della FIE, Giuseppe Cafiero.  

 

Presentiamo una kermesse ricca di campioni e impreziosita da simposi dall’elevato valore di carattere scientifico, giuridico e culturale che, grazie all’Auxologico, all’Ordine degli Avvocati di Milano, all’Unicusano e a diversi altri partner che hanno sposato quest’avventura, renderanno ancora più speciale questa edizione degli Assoluti”, ha detto la Consigliera della Federazione Italiana Scherma, Joelle Piccinino.

 

A rappresentare il CONI c’era la Vicepresidente della Giunta nazionale Claudia Giordani: “Porto i saluti del Presidente del Comitato Olimpico, Giovanni Malagò, e abbraccio la scherma italiana che più di ogni altra disciplina ha dato lustro e medaglie al nostro Paese. Scherma e montagna s’incontrano per una manifestazione bellissima, che esalterà l’agonismo e la cultura grazie al ricco cartellone predisposto dagli organizzatori”.

 

Il Sindaco di Courmayeur, Roberto Rota, ha ricordato “la grande tradizione organizzativa” della città valdostana nell’ospitare eventi sportivi, la sua “vocazione all’accoglienza e l’attesa per il debutto assoluto della scherma, disciplina di enorme fascino e tradizione per lo sport italiano” all’ombra del Monte Bianco.

 

La Presidente del Comitato Courmayeur 2022, Giovanna Pesci ha sottolineato come “questa sfida parta da lontano, e sia stata resa possibile grazie a un importante lavoro di squadra che porterà alla realizzazione di una manifestazione in grado di rappresentare una straordinaria cartolina promozionale per la scherma”.

 

Poi il ruolo dell’Auxologico, che ha ospitato la conferenza stampa grazie all’impeccabile regia del dottor Luca Grappiolo. È stato il dottor Antonio Robecchi Majnardi dell’Unità Operativa di Riabilitazione Neuromotoria di Auxologico Capitanio a Milano, istruttore di spada ed ex-spadista di livello nazionale, a spiegare perché “Auxologico ha accolto con piacere l’invito a partecipare a questa importante manifestazione sportiva nazionale: fra tutti gli sport olimpici, la scherma ha dato all’Italia il più alto numero di medaglie, ma non solo, è anche ai primi posti fra le discipline che sintetizzano molti valori dello sport, valori etici applicati alla relazione che rendono un progetto sportivo anche un progetto di salute nel quale la forma fisica e il successo agonistico sono intesi come strumenti per sostenere una piena realizzazione della persona”. 

 

Annamaria Gallo, referente filatelica di Macro Area Nord Ovest per Poste Italiane, ha poi presentato lo speciale annullo filatelico e la diffusione di una cartolina creata per l’evento, con francobollo dedicato a Courmayeur emesso nel 2010 dal valore di 0.60 euro.

 

A margine della conferenza stampa, aperta dal suggestivo video di presentazione ideato dal giornalista Giovanni Bruno, sul terrazzo dell’Auxologico si è svolta anche una suggestiva esibizione di scherma che ha visto protagonisti alcuni atleti milanesi.

 

Poi un focus sugli altri appuntamenti in programma a margine delle gare: la dottoressa Concetta Modica ha presentato il convegno “L’arte dello sport”, l’avvocato Maria Laura Guardamagna il focus sul “Diritto dello Sport” che sarà realizzato in collaborazione con il Gold Sponsor della FIS Unicusano, mentre l’amministratore delegato di BeSport Luca Caroglio e il dottor Luigi Marino hanno introdotto i temi de “La grande bellezza dello sport” che si terrà durante i Campionati Italiani Master che saranno organizzati sempre a Courmayeur dopo gli Assoluti.

 

Grande attenzione, ovviamente, da parte dei relatori è stato dato all’aspetto agonistico, il cuore dei Campionati Italiani Assoluti. Saranno 12 i titoli tricolore in palio, sei individuali e altrettanti a squadre, assegnati nei sei giorni di gare (con due competizioni al giorno) a Courmayeur. Una parata di stelle, come s’evince dai detentori dei titoli individuali: a Cassino 2021, infatti, nel fioretto maschile e femminile vinsero rispettivamente l’olimpionico Daniele Garozzo e Alice Volpi, nella spada primeggiarono Paolo Pizzo tra gli uomini e Giulia Rizzi tra le donne, mentre nella sciabola difenderanno i rispettivi “scudetti” il due volte medagliato olimpico a Tokyo Gigi Samele e Rossella Gregorio.

 

Il programma delle gare sarà scandito per arma (prima con le gare individuali e il giorno seguente con quelle a squadre): il 31 maggio e il 1° giugno saranno le giornate dedicate al fioretto, le due successive invece alla spada, mentre il 4 e 5 giugno i Campionati Italiani 2022 saranno chiusi dalla sciabola.

 

Tutte le fasi finali degli Assoluti di Courmayeur saranno trasmesse su RAI Sport, che ha previsto sei giorni di dirette per raccontare tutti i 12 titoli che saranno assegnati, con telecronaca affidata a Federico Calcagno e Stefano Pantano.

 

Gli appassionati potranno però seguire le gare anche dai tabelloni precedenti attraverso Federscherma TV, visibile in streaming sul canale Youtube della FIS e sulla pagina ufficiale Facebook con il commento di Luca Magni, mentre su tutti i canali social federali saranno disponibili il foto-racconto della manifestazione a cura di Augusto Bizzi, le interviste e le storie di Courmayeur 2022.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });