ROMA – Parte oggi alla volta della Turchia la spedizione della scherma azzurra che, da venerdì 17 e fino a mercoledì 22 giugno, sarà impegnata nei Campionati Europei Assoluti Antalya 2022.

Le Nazionali italiane guidate dei responsabili d’arma Stefano Cerioni per il fioretto, Nicola Zanotti per la sciabola e Dario Chiadò per la spada arrivano all’appuntamento continentale “portando” sulle pedane turche ben 40 podi, di cui 27 a livello individuale e 13 nelle prove squadre, conquistati in questa stagione in Coppa del Mondo con gli atleti che rappresenteranno il Tricolore all’Antalya Sports Hall.  

 

Si comincia venerdì 17 con le prove individuali di fioretto femminile e sciabola maschile.

Tra le fiorettiste l’Italia schiera la numero 2 del ranking mondiale Alice Volpi, prima delle europee perché dietro soltanto all’americana Kiefer, e reduce quest’anno da tre vittorie nel circuito iridato (a Saint Maur, Poznan e Guadalajara) e un terzo posto (nel GP FIE di Incheon). Arriva ad Antalya da numero 8 del ranking invece Arianna Errigo, per due volte ai piedi del podio in stagione (a Tauber e Belgrado), mentre Francesca Palumbo e Martina Favaretto sono state bronzo – rispettivamente – a Saint Maur e Poznan.

Tra gli sciabolatori, gli azzurri Luca Curatoli e Luigi Samele sono 5° e 8° del ranking internazionale: il napoletano è stato secondo per ben tre volte in Coppa del Mondo 2021/2022 (ad Orleans, Budapest e Madrid), mentre l’argento olimpico individuale di Tokyo 2020 ha sfiorato il podio in Ungheria. Prima volta tra i “big” a livello continentale, invece, per i giovani Michele Gallo e Pietro Torre: il salernitano è andato a un passo dalla zona medaglie a Madrid mentre il livornese quest’anno è stato mattatore nella categoria Under 20 vincendo l’argento iridato individuale e guidando il team italiano all’oro a squadre.

 

La seconda giornata delle competizioni individuali, sabato 18, vedrà di scena spada femminile e fioretto maschile.

Conferma piena per le quattro spadiste olimpiche degli ultimi Giochi in Giappone: a dodici mesi di distanza da allora, nel ranking internazionale oggi la migliore è Alberta Santuccio, volata in quinta posizione grazie alla vittoria nel GP FIE di Budapest e al secondo posto di Katowice; segue Rossella Fiamingo, al nono posto, in stagione 5^ sia al Cairo che a Budapest; è 11^ invece Federica Isola, che aveva debuttato con un terzo posto a Tallinn, dove Mara Navarria aveva raccolto la nona posizione prima di essere costretta a fare i conti con un infortunio che non le ha però impedito d’arrivare pronta alla kermesse europea.

Cavalcano l’onda di una grande Coppa del Mondo, invece, i fiorettisti. Subito alle spalle dell’olimpionico Cheung di Hong Kong nel ranking mondiale, dunque rispettivamente primo e secondo nel Vecchio Continente, ci sono infatti l’olimpionico – oro a Rio 2016 e argento a Tokyo 2020 – Daniele Garozzo (quest’anno secondo a Plovidv e quinto al Cairo e Parigi) e il campione europeo in carica Alessio Foconi, che a Dusseldorf 2019 vinse il titolo superando proprio l’amico-rivale Garozzo nel derby di finale e che nell’anno in corso ha trionfato nella prova del circuito iridato a Plovdiv ed è stato terzo a Incheon e a Parigi. Il mattatore della Coppa del Mondo appena consegnata agli archivi, però, tra gli italiani è stato il giovane Tommaso Marini, che ha scalato le classifiche diventano numero 9 del ranking in virtù delle vittorie in Corea e Serbia, oltre al terzo gradino del podio conquistato in Bulgaria. E poi c’è l’esperto Giorgio Avola, reduce da un argento a Belgrado e da un piazzamento tra i “top 8” a Parigi. 

 

Domenica 19 giugno il programma delle gare individuali sarà chiuso dalla spada maschile e dalla sciabola femminile.

Il ranking mondiale degli spadisti vede, nella scia dell’olimpionico francese Cannone, al secondo posto Andrea Santarelli, che quest’anno in Coppa è stato terzo a Berna e in ben quattro occasioni ha chiuso al quinto posto. Due invece i bronzi conquistati in stagione da Gabriele Cimini, nel GP FIE di Budapest e a Heidenheim, mentre vanta un terzo posto e due piazzamenti tra i “migliori 8” Federico Vismara, salito sul podio nel Gran Prix di Doha proprio insieme a Davide Di Veroli, che a sua volta ha collezionato anche un un’ottava piazza.

A guidare la pattuglia delle sciabolatrici, infine, c’è Rossella Gregorio, reduce da due bronzi (a Tbilisi e Plovdiv) e un quinto posto (a Padova) in questa stagione in cui hanno sfiorato la “top 8” Martina Criscio per tre volte e in un’occasione Eloisa Passaro e Michela Battiston.

 

Grandi aspettative, come sempre, sono riposte nelle prove a squadre, che andranno in scena secondo la medesima sequenza di calendario delle competizioni individuali. Anche in questi casi i riscontri nell’ultima Coppa del Mondo per l’Italia sono stati molto importanti, seppur in alcuni casi con alcune modifiche di formazione rispetto ai quartetti che saranno in pedana ad Antalya.

 

Si ripartirà dunque il 20 giugno con fiorettiste e sciabolatori. Il fioretto femminile quest’anno ha conquistato due successi di team, a Saint Maur e Tauber, un secondo posto (a Guadalajara) e un terzo (a Belgrado). Sono invece reduci dal bronzo di Madrid i ragazzi della sciabola, che a inizio stagione furono quarti a Tbilisi.

 

Martedì 21 sarà poi il turno di spada femminile e fioretto maschile. Le spadiste azzurre sono state terze a Tallinn e Barcellona, mentre ripartono da un “carico” di tre ori e un bronzo in Coppa del Mondo i fiorettisti. Proprio tra gli uomini del fioretto il team italiano presenterà l’unica novità rispetto all’individuale visto che, al posto di Giorgio Avola, sarà Guillaume Bianchi a completare (con Alessio Foconi, Daniele Garozzo e Tommaso Marini) il quartetto azzurro che ha vinto le tappe del circuito iridato di Parigi, Belgrado e Plovdiv, salendo sul terzo gradino del podio al Cairo.  

 

Il sipario sulla kermesse continentale in Turchia calerà mercoledì 22 giugno con le competizioni a squadre di spada maschile e sciabola femminile. Gli spadisti inseguono il primo podio della stagione, sfiorato con il recente con il quarto posto di Tbilisi. Con lo stesso quartetto che gareggerà ad Antalya, invece, hanno vinto la prova di Coppa del Mondo ad Atene le sciabolatrici, che vantano quest’anno anche un terzo (a Plovdiv) e due quarti posti (a Istanbul e Hammamet).

 

In tutto, come detto, gli azzurri presenti ai Campionati Europei Assoluti “portano” sulle pedane turche ben 40 podi stagionali nel circuito iridato, di cui 13 sul gradino più alto. Premesse importanti per affrontare la kermesse continentale ormai alle porte con grandissime motivazioni e voglia di lasciare un segno.

 

CAMPIONATI EUROPEI ASSOLUTI 2022 - Antalya (Turchia) 17-22 giugno

IL PROGRAMMA DELLE GARE E GLI AZZURRI IN PEDANA

Venerdì 17 giugno

Fioretto femminile individuale (Arianna Errigo, Martina Favaretto, Francesca Palumbo, Alice Volpi)

Sciabola maschile individuale (Luca Curatoli, Michele Gallo, Luigi Samele, Pietro Torre)

 

Sabato 18 giugno

Spada femminile individuale (Federica Isola, Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Alberta Santuccio)

Fioretto maschile individuale (Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Giorgio Avola)

 

Domenica 19 giugno

Spada maschile individuale (Gabriele Cimini, Davide Di Veroli, Andrea Santarelli, Federico Vismara)

Sciabola femminile individuale (Michela Battiston, Martina Criscio, Rossella Gregorio, Eloisa Passaro)

 

Lunedì 20 giugno

Fioretto femminile a squadre (Arianna Errigo, Martina Favaretto, Francesca Palumbo, Alice Volpi)

Sciabola maschile a squadre (Luca Curatoli, Michele Gallo, Luigi Samele, Pietro Torre)

 

Martedì 21 giugno

Spada femminile a squadre (Federica Isola, Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Alberta Santuccio)

Fioretto maschile a squadre (Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Guillaume Bianchi)

 

Mercoledì 22 giugno

Spada maschile a squadre (Gabriele Cimini, Davide Di Veroli, Andrea Santarelli, Federico Vismara)

Sciabola femminile a squadre (Michela Battiston, Martina Criscio, Rossella Gregorio, Eloisa Passaro)

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });