SIENA – Da senese doc quale è, percepisce questo riconoscimento importante come una delle (tante) preziose medaglie vinte in campo internazionale. Alice Volpi, campionessa del fioretto azzurro, riceverà domani - alle 11.30 - al Teatro dei Rinnovati di Siena, prima del mitico Palio dell’Assunta, il premio “Mangia d’oro” per aver portato in alto il nome della sua città nel mondo.

 

«Quando ho saputo che avevano proposto il mio nome ero già emozionata, non mi aspettavo di vincere, né che mi votassero all’unanimità», ha detto Alice in un’intervista rilasciata al quotidiano “La Nazione”, firmata da Doriano Rabotti.

«A Siena non deve essere stato facile mettere d’accordo tutte le contrade», ha raccontato sorridendo la Volpi, parlando della sua appartenenza alla Chiocciola e del legame con quella che «per me è la città più bella del mondo, perché ogni volta che torno e metto piede in piazza del Campo mi rendo conto di quanto sia stupenda, e mi vengono in mente tutte le volte che ho costretto mio padre a farsi venti minuti di macchina per portarmi all’appuntamento alle scalette di piazza della Posta dove i genitori andavano a lasciare e poi a recuperare i figli dopo la serata».

 

Un grande amore, quello tra Alice e Siena, oggi rafforzato ancor di più: dopo una stagione che l’ha vista vincere le medaglie d’oro a squadre ai Campionati Mondiali del Cairo e agli Europei di Antalya, ma anche un bronzo continentale individuale oltre a tre trionfi in Coppa del Mondo, ora per la fiorettista senese arriva il “Mangia d’oro”, il riconoscimento più importante della sua città.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} });